Testo Gaetano Piazzolla | Foto courtesy of E. Balsamo
Ultimamente, nel ramo automobilistico, sta prendendo sempre più piede la forma “green” di concepire l’auto. Ciò ci fa abbastanza piacere.  Tuttavia faremo, un salto indietro nel tempo, negli anni ’50. Parleremo infatti di una arzilla e vecchia signora,  “l’Alfa Romeo 1900 Super“.
La 1900 Super era la versione potenziata della 1900 uscita nel 1951, progettata sotto la supervisione dell’ingegnere automobilistico Orazio Satta Puliga e assemblata nello storico stabilimento Alfa Romeo del “Portello”. La 1900 è l’auto che introduce la catena di montaggio nello stabilimento suddetto. La scocca portante, motore bialbero a 4 cilindri e trazione posteriore, ne fanno un successo per l’Alfa anche negli anni a seguire. Esternamente si fa notare per le sue morbide curve e le linee sobrie ed eleganti. Mentre al suo interno, il divano unico anteriore e la leva del cambio al volante, consentono il trasporto di sei persone.
Si fa conoscere per il suo famoso slogan “la vettura di famiglia che vince le corse”. Ed è proprio così. La “millenove” domina letteralmente tutte le competizioni nella “Classe Turismo” pur restando a tutti gli effetti una berlina.
Nel 1954 arriva la “1900 Super“. Questa si differenziava dal modello precedente per alcune migliorie. Il motore venne potenziato portando la potenza a 1.975 cm³. Mentre la carrozzeria adottò, le scritte 1900 Super sui parafanghi anteriori, nuovi gruppi ottici posteriori e, i baffi anteriori che avvolgono le luci di posizione. All’interno invece le sellerie sono in panno a due colori e il cruscotto era composto da tre strumenti circolari.
Il modello che abbiamo fotografato è del 1957. Attualmente di proprietà del sig. Edmondo Balsamo, vanta all’attivo del suo palmares numerose partecipazioni a competizioni di un certo calibro. Si perché in precedenza era appartenuta al sig. V. Prignachi della scuderia del Portello. Tra queste, meritano di essere menzionate la Winter Marathon, la Süd Steyr Markt e la Coppa d’Europa. Chilometri su chilometri percorsi attraversando più di sette nazioni europee. Competizioni a cui ha partecipato anche a tutte insieme in un solo anno. Niente male per un auto storica di questo calibro. Quasi dimenticavamo, ufficialmente la Super è del nipotino del sig. Balsamo di cinque anni, che tiene a precisare di essere lui a prestare l’auto al nonno.
Lately, in the automotive industry, the “green” form of conceiving the car is taking on more and more of a foothold. We are quite pleased about this. However we will do, a jump back in time, in the ’50s. We will in fact talk about an arzilla and old lady, “the Alfa Romeo 1900 Super”.
The 1900 Super was the upgraded version of the 1900 release in 1951, designed under the supervision of the automobile engineer Orazio satta Puliga and assembled in the historic Alfa Romeo factory of “Portello”. The 1900 is the car that introduces the assembly line in the above factory. It is distinguished by its supporting body, twin-shaft 4-cylinder engine and rear-wheel drive, making it a success for Alfa even in the years to come. Externally it stands out for its soft curves and sober and elegant lines. While inside, the single front sofa and the gear lever at the steering wheel, allow the transport of six people.
He makes himself known for his famous slogan “the family car that wins the races”.And that’s right. The “millenove” dominates literally all the competitions in the “Class Tourism” while remaining in all respects a sedan.
In 1954 came the “1900 Super”. This differed from the previous model for some improvements. The engine was upgraded to 1,975 cm³. While the bodywork adopted, the words 1900 Super on the front fenders, new rear and, front moustaches that wrap the position lights. Inside, instead, the saddlery is in two-colour cloth and the dashboard was composed of three circular instruments.
The model we photographed is from 1957. Currently owned by Mr. Edmondo Balsamo, boasts to the assets of its palmares numerous participations in competitions of a certain caliber. Yes because it had previously belonged to Mr. V. prignachi of the stable of the door. These include the Winter Marathon, the Süd steyr markt and the European Cup. Kilometers on kilometers covered through more than seven European nations. competitions in which he also participated in all together in a single year. Not bad for a historic car of this caliber. We almost forgot, officially the Super is Mr. Balsamo who is five years old and who wishes to point out that it is he who lends the car to the grandfather.

 

®Riproduzione riservata