Parigi: cosa visitare durante la Fashion Week

Testo a cura di Lorenzo Sabatini

La moda a Parigi raggiunge il suo climax, sa magistralmente afferrare le proprie radici proiettandole oltre i confini. Da oggi riflettori puntati sulla fashion week maschile di Parigi, fino al 19 gennaio, con le sfilate di Off-White, Vetements e Dries Van Noten, per menzionarne alcune. Appuntamento imperdibile nei calendari degli addetti ai lavori e degli appassionati di stile, i quali correranno vorticosamente nel I° Arrondissement e dintorni. Viaggiare è però, innanzitutto un’arte. E presenta aspetti diversificati. Il viaggio va pensato, pianificato. Ed è in queste occasioni, in cui i momenti di distrazione sono ridotti,che occorre non affidarsi interamente al caso. Raccogliamo qua a proposito una lista di indirizzi immancabili. Noi di Moda & Motori abbiamo selezionato i nostri luoghi preferiti della Ville Lumiére.

Parigi e il Premier Arrondissement

il l Quartiere 1 di Parigi è quello meno sovraffollato di tutta la capitale. Tra Rue Cambon e Rue Saint-Honoré alberghi a cinque stelle, gioiellerie e boutique si concentrano fino al Palazzo del Louvre, ex residenza del Re Sole. Jazz club e ristoranti di queste zone animano le notti parigine, senza sosta, dalla metà dell’Ottocento.

Place to be a Parigi
Con i suoi 1500 alberghi, il panorama alberghiero parigino è in un processo di piena evoluzione. Ultimamente si prediligono hotel con stanze meno numerose ma di maggiore dimensione. I nuovi cinquestelle nascono come boutique hotel e prediligono il wine bar, orgoglio d’Oltralpe, e le sale da proiezione. Al 218 di Rue de Rivoli segnaliamo l’Hotel Brighton, fiore all’occhiello del gruppo parigino Esprit de France.

Hotel Brighton

Vi incanterà con la sua vista sui giardini delle Tuileries, sul museo del Louvre e sulla tour Eiffel. Mosaici Art Nouveau, quadri d’autore e tavolini intarsiati arredano le stanze. Très très chic!

Hotel Brighton

Passiamo al cibo. La cousine française è arcinota per la ricerca dei materiali, e ora più che mai, momento in cui l’ecofriendly imperversa ovunque, i parigini desiderano prodotti a km zero da gustare. Le Meurice Alain Ducasse, al 228 di Rue de Rivoli, magistralmente incarna tutti questi aspetti.

Le Maurice Alain Ducasse

Una location sontuosa dall’atmosfera neo Versailles dove tra una ostrica alle alghe con cialda al burro dorato e una aragosta al topinambur non rimarrete delusi. E dopo cena? Sebbene ultimamente abbia sofferto la concorrenza della iper-trendy ( e più accessibile) Berlino, Parigi si vuole riscattare. Paris la nuit! Sta tornando…Dietro la porta nera del Ballroom, al 58 di Rue Jean-Jacques-Rousseau, questo pare avverarsi! Un club nato dalle viscere di un ex macelleria di Les Halles con pareti rivestite di seta e mattoni rossi. Tortuosi corridoi daranno un effetto da capogiro: l’effetto “si sta stretti!” è in agguato, ma poco importa, è uno dei club più in voga della capitale francese. Bon travail et bonne semaine de la mode!

Ballroom

vedi anche lo streetstyle di Parigi

®Riproduzione riservata

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter