Monopoly un successo lungo 85 anni

Il Monopoly, padre di tutti i giochi da tavola, compie 85 anni. Era il 19 marzo del 1935 quando la Parker Brothers lo fa diventare un fenomeno culturale.
Testo Gaetano Piazzolla

 

Il Monopoly, il padre di tutti i giochi da tavola, ha compiuto 85 anni. Era infatti il 19 marzo del 1935 quando la Parker Brothers ne acquisisce i diritti da Charles Darrow, il suo ideatore. Inizia così a commercializzarlo in America, facendo si che il Monopoly diventi velocemente un fenomeno culturale. Dopo solo il primo anno dalla sua introduzione, il gioco era così famoso che ne venivano prodotte 35.000 copie a settimana. La prima città europea a commercializzarlo fu invece Londra. Per renderlo più allettante agli inglesi, i nomi delle proprietà furono cambiati con quelli delle strade più note della capitale britannica. Usanza che continua ancora oggi quando il gioco viene introdotto in un nuovo paese. 

Un successo costante che si consolida di anno in anno.. Pubblicato in 47 lingue, venduto in 114 paesi, è il gioco di ruolo che ha conquistato più di un miliardo di giocatori in tutto il mondo. Ancora oggi continua a stupire e coinvolgere, grazie soprattutto alle versioni per pc, tablet, smartphone.  Numerose le versioni speciali dedicate a film di successo come quella realizzata per commemorare la saga di “Ritorno al futuro“, e del mitico agente segreto “007“.  A queste si aggiungono 300 diverse versioni come le recentissime “Monopoly Speed” e “Monopoly Fortnite“. Ve n’è persino una pensata appositamente per i bambini, “Monopoly Junior“.

In questo momento particolare, in cui tutti ci vediamo costretti a trovare riparo e conforto come non mai tra le mura domestiche, potremmo tornare a stupirci con un’esaltante partita a Monopoly.

Leggi anche I’m Milan, non uno dei tanti libri su Milano.

®Riproduzione riservata
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter