Moda Uomo: Pitti Immagine Uomo 97

Pitti uomo

Con Pitti Uomo 97, subito dopo la tre giorni di menswear made in London, si dà il via alla stagione moda 2020- 2021. L’edizione che partirà il 7 gennaio 2020 presso la storica sede della Fortezza da Basso vedrà protagoniste le bandiere. Simboli universali di uguaglianza e libertà, i rettangoli di stoffa campeggeranno attorno agli spazi adibiti della storica fiera con i loro sgargianti colori e linee geometriche.
Pitti è come la Nazione Unite della Moda, dove ogni brand ha la propria bandiera. Ma anche dove ognuno di noi può farsi bandiera di se stesso – ha dichiarato a proposito Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine -.La bandiera non è mai un tessuto muto, dice sempre qualcosa, suscita sempre un’emozione perché parla secondo messaggi universali, come quelli degli abiti che portiamo“. Un messaggio incoraggiante di inclusività e cittadinanza globale farà da filo conduttore alla kermesse fiorentina.

PITTI UOMO 97

Strizzando sempre l’occhio al futuro, il calcio d’inizio della manifestazione vedrà established brands affiancati a emergenti, i quali fanno della sostenibilità il loro punto di forza. In Fortezza saranno presenti 540 espositori , 1203 marchi suddivisi nelle dodici sezioni della fiera. Guest designer di questa novantasettesima edizione sarà Jil Sander.
Lucie e Luke Meier – dal 2017 direttori creativi del brand fondato dalla designer tedesca nel 1968, presenteranno la nuova collezione menswear della fashion house minimalista con un evento speciale a Firenze, mercoledì 8 gennaio.

Jil Sander SS20 Menswear Backstage. ph: Instagram

Lo special guest sarà Stefano Pilati, già direttore creativo in passato di Yves Saint Laurent e di Ermenegildo Zegna, che si è trasferito a Berlino e ha lanciato un progetto indipendente della sua label Random Identities.

Random Identities. ph: Instagram

L’agenda di Pitti Uomo, tra nomi più noti e nuove scoperte, dà voce ai creativi stranieri che portano quel sapore cosmopolita e internazionale particolarmente marcato nell’ edizione che sta per partire. L’ edizione della decade appena iniziata sarà inoltre ricordata per gli anniversari. Torna in fiera, dal lontano debutto nel 1952 presso la storica Sala Bianca di Firenze, Brioni. Brand sartoriale acquistato dal gruppo Kering, che festeggerà il suo 75° anniversario con un’installazione gestita dal noto curatore Olivier Saillard.

Brioni 75th Anniversay Logo

FGF Industry festeggia il ventennale con un vernissage del marchio Blauer alla Dogana, intitolato “Human Landscapes”. Un viaggio on the road negli Stati Uniti visto dalla lente del fotografo britannico James Mollison. Woolrich si avvicina ai due secoli di storia e festeggia ben 190 anni sempre in Dogana. Presenti anche l’intramontabile brand K-Way e un evento speciale di Sergio Tacchini avrà luogo l’8 gennaio. Immancabile poi il debutto italiano ( dopo il successo riscosso durante la Paris Fashion Week) del progetto “A tribute to Karl: The White Shirt Project”. Omaggio al genio di Karl Lagerfeld organizzato dalla sua omonima linea.

Leggi Anche StreetStyle Moda Uomo autunno inverno 2018

®Riproduzione riservata

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter