Milano Odia la polizia non può sparare. Spagnuolo

Questo post è stato scritto da Gaetano Piazzolla

libro di  Paolo Spagnuolo, "Milano odia, la polizia non può sparare". Tratto dall'omonimo film del 1974 diretto da Umberto Lenzi
|
Parlare di libri è sempre opportuno, ma in alcuni momenti dell’anno lo è ancor di più. Dunque in questi giorni, ormai prossimi al Natale, la nostra curiosità è stata attirata da questo libro di  Paolo Spagnuolo, “Milano odia, la polizia non può sparare“. Tratto dall’omonimo film del 1974 diretto da Umberto Lenzi, fondamentale nel contesto del cinema poliziesco italiano degli anni settanta. Racconta di Giulio Sacchi, interpretato dal grandissimo Tomas Milian. Sacchi è un delinquente, vigliacco e sanguinario, privo di ogni morale, disposto a tutto pur di far carriera nella malavita. Tra gli altri interpreti ricordiamo Henry Silva (nel ruolo del commissario Walter Grandi) e Ray Lovelock (nel ruolo di Carmine).
Si ricorda così di un’epoca segnata dalla violenza, dall’austerity e di altri problemi tipici dell’Italia anni 70. Alcuni di questi ancora oggi attuali. Il progetto del libro, è stato discusso con il benestare del Regista, Lenzi, morto nell’ottobre 2017. I materiali provengono tutti dal suo archivio e da quello dei suoi eredi. La Dania Cinematografica. Tra questi la sceneggiatura dattiloscritta, la documentazione sulla colonna sonora composta da Ennio Morricone. Le fotografie di scena e le locandine.
Il libro è una buona occasione per chi non avesse ancora visto il film, o per chi vorrebbe riviverlo attraverso le sue pagine.
Talking about books is always appropriate, but at certain times of the year it is even more so. In these days close to Christmas, our attention was drawn to this book by Paolo Spagnuolo, “Milan hates, the police can not shoot“. This book is taken from the homonymous film of 1974 directed by Umberto Lenzi. Fundamental in the context of the 1970s police italian cinema. It tells of Giulio Sacchi, played by the great Tomas Milian. Sacchi is a criminal and bloody delinquent, devoid of any moral, willing to do everything to make career in the underworld. Other performers include Henry Silva (in the role of Commissioner Walter Grandi) and Ray Lovelock (in the role of Carmine).
So  it’s reremembering an era marked by violence, from austerity, and other problems typical of Italy 70 years. Someone of these are still existing. The project was discussed with the approval of the Director, Lenzi, who died in October 2017. Everythings come from his archive and that of his heirs. The Dania Cinematografica. Among these the typed screenplay, the documentation about soundtrack composed by Ennio Morricone. Photographs and the posters.
The book is a good opportunity for those who have not yet seen the film, or for those who would like to relive it through its pages.

©Riproduzione Riservata

MMM consiglia

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
RSS
Follow by Email
Twitter