Marc Jacobs: American Glamour

Questo post è stato scritto da Lorenzo Sabatini

Mattatore della moda, visionario, ribelle: Marc Jacobs è la metafora esemplare dello stilista/rock-star. Origini ebraiche, quintessenza della newyorchesità. È infatti nato e cresciuto nella Grande Mela, dove dopo un’infanzia burrascosa viene affidato al nonno paterno e cresce nell’Upper West Side. Frequenta la Parsons School of Design. In questi anni di formazione e di sperimentazione stilistica già il fenomeno Marc Jacobs come designer era in fase embrionale. Una storia di successo improntata su quell’originale gusto all’insegna dello chic newyorchese contaminato dal rock e dal grunge.

 

 

 

La vita e i successi di Marc Jacobs

Dall’esordio come assistente in una boutique avant-guarde, Charivari, in pochi anni, anche grazie all’incoraggiamento dei nonni che hanno sempre sostenuto la sua estrosità, diventa il più giovane designer della storia a vincere il Council of Fashion Designer Award per il migliore nuovo talento nel 1987.

 

 

 

Dì lì a breve l’incontro che segna la sua vita professionale: quello con il partner Robert Duffy. Nasce nel 1993 la celebre linea che porta il suo nome. Per l’editor-in-chief di Vogue America Anna Wintour è un coup au coeur immediato. Il climax della sua carriera professionale giunge nel 1997, quando viene nominato direttore creativo di Louis Vuitton.

 

 

 

Non si esime come molti altri colleghi dal parallelo “genio/sregolatezza”: per le pressioni lavorative entra in un vortice autodistruttivo di dipendenza da alcool e cocaina che lo porterà in rehab nel 1999. Per 14 anni ricopre il ruolo di guida alla Maison del lusso d’Oltralpe, oltre a dirigere la sua omonima linea di abbigliamento.

 

 

 

E’ in questi anni che lo stilista americano, similmente al fondatore del colosso del lusso francese, hanno dimostrato come pochi altri (nelle loro epoche seppur differenti)di saper interpretare e codificare le tendenze in un excursus di stile con precisi background culturali fortemente radicati nella cultura contemporanea.

 

 

 

Non si contano le star e le top model sue amiche, che negli anni hanno preso parte alle sue campagne pubblicitarie e defilé: da Cher a Kate Moss, Christina Ricci e Maria Carla Boscono.

 

 

Oggi, 13 febbraio 2020, la sfilata di Marc Jacobs è stata la degna chiusura della New York Fashion Week, e noi continuiamo ad ammirarlo.

 

Photo Credits: Instagram Marc Jacobs

Leggi anche: l’omaggio di Moda e Motori a Ottavio Missoni

©Riproduzione Riservata

MMM consiglia

RSS
Follow by Email
Twitter