Leica M10 – P “Reporter” capolavoro per pochi

Questo post è stato scritto da Gaetano Piazzolla

Leica M10-P "Reporter" è la nuova variante del modello M10 che il brand propone in occasione del 40° anniversario Leica Oscar Barnack Award.

Leica M10 – P “Reporter” è la nuova variante del modello M10 che il rinomato e storico brand propone in occasione del 40° anniversario del Leica Oscar Barnack Award.
Sin dalla metà degli anni ’70, Leica ha deliziato i suoi devoti producendo edizioni speciali di apparecchi fotografici, in numero limitato. Ed ecco la Leica M10 – P “Reporter”  con la quale Leica vuole omaggiare tutti i grandi fotografi di reportage dei tempi moderni. 
Leica M10-P "Reporter" è la nuova variante del modello M10 che il brand propone in occasione del 40° anniversario Leica Oscar Barnack Award.Pensata e realizzata per essere affidabile anche nelle condizioni di ripresa più difficili, la “Reporter” si distingue per alcuni dettagli. Intanto non presenta, come tutte le M10-P il puntino rosso con il leggendario logo del brand. In passato questo veniva nascosto con del nastro adesivo, dai fotografi più arditi, per avere un maggior effetto dissimulante. La camera è rivestita da una vera e propria armatura in fibra di Kevlar. Questa oltre a renderla resistente agli urti, ne agevola notevolmente la presa. Esposta alla luce solare UV, l’armatura tende ad avvicinarsi al colore della calotta e del fondello, realizzati di un verde scuro. 
Leica M10-P "Reporter" è la nuova variante del modello M10 che il brand propone in occasione del 40° anniversario Leica Oscar Barnack Award.Ad accentuare il suo carattere di camere da Reportage, per ogni incisione su questa Leica M10 – P “Reporter”  è usata una vernice verde chiaro che rimane di facile lettura senza tralasciare l’aspetto “camouflage”. La M10 – P “Reporter” sarà prodotta solo in 450 esemplari per tutto il mondo. Seguirà le orme di altre leggendarie Leica, quali la Leica 250 del 1933, famosa perché il suo serbatoio poteva ospitare un rullino con 250 pose. La Leica MP del 1956, una variante del modello M3 a cui si applicò un “Leicavit rapid winder” su suggerimento di due noti fotografi: Alfred Eisenstaedt (1898–1995) e David Douglas Duncan (1916–2018).
Leica dimostra ancora una volta di guardare al futuro mantenendo quel fascino che richiama audaci tempi lontani. Tutti gli apparecchi sono realizzati con quella tradizionale meticolosità artigianale che ha sempre contraddistinto il marchio Leica. 

©Riproduzione Riservata

MMM consiglia

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43
  • 44
  • 45
  • 46
RSS
Follow by Email