La Porsche 917 LH vince a Poltu Quatu

La più bella del concorso di eleganza di Poltu Quatu Classic è la Porsche 917 LH detta "psychedelic" per la sua particolare livrea
Testo Gaetano Piazzolla | Foto Gpiazzophotography

 

La più bella del concorso di eleganza di Poltu Quatu Classic è la Porsche 917 LH detta “psychedelic” per la sua particolare livrea. La vettura, protagonista della 24h di Le Mans del 1970, differisce dalle altre Porsche 917 K per la coda lunga e la ridotta resistenza aerodinamica. A guidarla nella sfilata notturna tenutasi nella piazzetta del Grand Hotel Poltu Quatu, il pilota francese Larrousse, lo stesso che nel 1970 la portò sul podio dello storico circuito. 


Nella classe “Racing Legend” dedicata alle vetture che hanno segnato la storia del rally, ha vinto la Lancia Delta Martini Safari. La vettura, di Edoardo Schon,  partecipò al rally africano guidata dal pluricampione mondiale Miki Biasion.
A contenderle il premio l’altra Lancia Delta Martini di proprietà di Miki Biasion e la Ford Focus WRC del 2001 di Colin McRae. 

La più bella del concorso di eleganza di Poltu Quatu Classic è la Porsche 917 LH detta "psychedelic" per la sua particolare livrea
Il premio per la classe Mille Miglia Bond, lo ha vinto l’Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Pininfarina del 1947. L’elegante vettura con il suo volante e pomelli in madreperla, partecipò alla Mille Miglia del 1949.
Bellissimo in tutta la sua rarità l’esemplare della Lancia Aurelia B52 Convertibile carrozzata Vignale. Questa Aurelia con il suo frontale di chiara ispirazione americana, ha riportato la vittoria nella classe dedicata alla Dolce Vita. Una curiosità è che questa vettura venne esposta al Salone di Bruxelles del 1955 e appartenne alla famiglia reale belga. 
In questa classe della Dolce Vita merita di essere annoverata una rarissima Fiat 600 Jolly Multipla carrozzata da Ghia e prodotta solo in 30 esemplari.

Leggi anche GFGStyle Giugiaro, ritorna la Dora Bandini

©Riproduzione riservata
RSS
Follow by Email
Twitter