Il vermouth, vino aromatizzato per eccellenza

Questo post è stato scritto da Denise Caricati

Il vermut oppure vermouth in grafia francese è l’immancabile vino liquoroso aromatizzato. Un vermut per definirsi tale deve essere composto da almeno il 70%-75% vino bianco. Povero di sentori, per evitare che si coprano gli aromi aggiunti successivamente e avere una gradazione alcolica minima  pari o superiore a 16% vol. comunque non superiore a 22% vol.

Gli aromi più usati sono foglie o piante intere di artemisie, elemento fondamentale per arrivare a tale bevanda. Oppure assenzio di camedrio, di cardo santo, della centaurea minore, della coca, dell’issopo, della maggiorana, della melissa. Ancora fiori di camomilla, di sambuco, di zafferano, chiodi di garofano. Frutti di anice stellato, coriandolo, cardamomo, macis, noce moscata, vaniglia. E poi radici di angelica, di calamo aromatico, di enula campana, di galanga, di genziana, d’imperatoria, di ireos, di zenzero, di zedoaria. Scorze di cannella e di china.

La storia

La storia del Vermut è millenaria. Pensate era già diffuso nell’antica Grecia, ma all’epoca era riconosciuto tra i “vini ippocratici”, usato per curare i malori fisici, ed era composto da vini aromatizzati alle erbe.
Per secoli fu utilizzato in ambito medico, fino a quando nel 1876 Antonio Carpano , erborista piemontese, aggiunse al vino bianco alcol etilico, zucchero e erbe aromatiche. Tra queste era presente l’artemisia, oggi uno degli ingredienti fondamentali.
Il consumo del Vermouth iniziò a diventare così un’abitudine fino a raggiungere la fama degli aristocratici del tempo.

Il Presente

Conosciuto in tutto il mondo e bevuto da tutti almeno una volta in molti dei cocktail più famosi come il negroni, l’americano e il Manhattan. Anche liscio sa farsi ben apprezzare.

Ne esistono varie tipologie, dall’extra dry all’extra secco in base allo zucchero inserito. Vari colori bianco, rosso e rosato nel quale è consentito l’uso del caramello come colorante.

Il vermouth rosso amaranto di Mancino viene prodotto con l’utilizzo di un vitigno a bacca bianca il Trebbiano di Romagna, fortificato e miscelato con 38 erbe aromatiche.

vermouth rosso amaranto di Mancino

vermouth rosso amaranto di Mancino

 
Inversamente, il vermouth rosso Gran Bassano di Poli viene prodotto con 33 erbe botaniche aromatiche messe in infusione naturale in un vitigno a bacca rossa, il Merlot.

vermouth rosso Gran Bassano di Poli

vermouth rosso Gran Bassano di Poli

 

©Riproduzione Riservata

Photo Credits: Gpiazzophotography

MMM consiglia

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 32
  • 33
  • 34
  • 35
  • 36
  • 37
  • 38
  • 39
  • 40
  • 41
  • 42
  • 43
  • 44
  • 45
  • 46
RSS
Follow by Email