Art Basel Miami 2019: i buoni motivi per esserci.

testo di Lorenzo Sabatini

 

Un’escalation della più raffinata selezione artistica contemporanea, Art Basel Miami racchiude in una formula tre giorni particolarmente sopra le righe (dal 5 all’8 dicembre di questo mese). La fiera, le vendite, i party, le performance e molto altro. L’edizione americana è certamente quella più sauvage rispetto alle versioni di Basilea e Hong Kong. Il numero dei galleristi partecipanti aumenta di anno in anno e ciò che andrà in scena negli imminenti giorni nella capitale della Florida presso Art Basel Miami è un trionfo in crescita esponenziale edizione dopo edizione. Insider e celeb animano queste giornate. Abbiamo tentato di elencare in questo articolo alcuni validi motivi per cui vale la pena acquistare il biglietto della fiera d’arte. Enjoy!

ART BASEL MIAMI: I BUONI MOTIVI PER ESSERCI.
Da Brickell a South Beach gli espositori e i visitatori di Art Basel Miami aumentano. E non si tratta semplicemente di un gioco, ma di un business. I principali nomi hanno modo di consolidare la loro reputazione, gli artisti emergenti irrompono così nel mercato, a pochi passi dall’Oceano Atlantico. Ecco qualche hot tip per non smarrirsi nella fiera d’arte più prestigiosa al mondo!

Sebbene sia costellato di eventi e spot satelliti, la fiera d’arte si svolge essenzialmente nel Convention Center. Non va dimenticato che gallerie del calibro di White Cube, Gagosian e Perrotin ( per menzionarne alcune) espongono in questo posto. Le performance e le installazioni non sono solo al Convention Center, core di Art Basel Miami, ma invadono i musei della città ( basti pensare alla performance di Pipilotti Rist che non mancherà all’appuntamento più atteso dell’anno). E gli hotel? Stanno al passo con i tempi. L’esclusivo Faena Hotel ha in serbo squisite sorprese e allestirà presentando i nomi più hot del panorama pop contemporaneo. Il progetto speciale che consigliamo è certamente quello della Maison Versace chiamato “South Beach Stories” in partnership con il designer Sasha Bikoff che ha creato mobili ispirati dai pattern della casa della Medusa. E la street art? Le attività outdoor sono (per fortuna) ben accette dalla comunità americana. Sculture fuori dai musei, graffiti e murales invadono le strade e gli spazi pubblici. Infine non dimentichiamo il design district, dove nuove architetture, ristoranti di chef stellati e shopping di lusso sono all’ordine del giorno. E’ imminente l’inizio della fiera d’arte contemporanea, che giunge alla sua edizione 2019: una full immersion nella bellezza.

Per le ultime news sull’arte, ecco il nostro articolo su Artissima 2019

 

®Riproduzione riservata

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter