L’arte di Marc Chagall arriva al Mudec di Milano con la mostra “Una Storia due Mondi“. Una selezione di oltre 100 opere della straordinaria collezione nell’Israel Museum donate, per gran parte, dalla famiglia e dagli amici di Chagall.   

Marc Chagall al Mudec con la mostra "Una Storia due Mondi". Una selezione di oltre 100 opere della collezione nell'Israel Museum.

Il progetto espositivo sarà visibile sino al 31 luglio ed è dedicato in particolare ai lavori grafici di Chagall e alla sua attività di illustratore editoriale. Le opere sono messe in relazione con il contesto culturale da cui sono nate, come la lingua, gli usi religiosi e le convenzioni sociali della comunità ebraica Yiddish.

Marc Chagall al Mudec

Il Mudec, già affermata struttura artistica di grande dinamismo si supera presentando l’esposizione di uno degli artisti più amati. La mostra, “Una storia due mondi” è promossa dal Comune di Milano e curata dall’Israel Museum di Gerusalemme. Affronta da un punto di vista nuovo, l’opera di Marc Chagall, collocandola nel contesto della sua esperienza culturale. Si ripercorrono alcuni temi fondamentali nella vita e nella realizzazione delle opere dell’artista. Dalle radici nella nativa Vitebsk (oggi Bielorussia), descritta con amore e nostalgia nella serie Ma vie, all’incontro con l’amata moglie Bella Rosenfeld. Con le immagini di Bella illustra persino i libri Burning Lights e First Encounter pubblicati dopo la morte prematura della donna. Entrambi sono una dedica ai ricordi della vita di Bella nella comunità ebraica. In mostra sono esposti i disegni originali. 

Le opere dunque sono il riflesso di tutte le sfaccettature dell’identità dell’artista. Il bambino ebreo di Vitebsk, il marito che celebra i libri dell’amata moglie con immagini della stessa. L’artista che illustra la Bibbia, cercando di rimediare, in questo modo, alla mancanza di una tradizione ebraica nelle arti visive. In ultimo, il pittore moderno, che in tutta la sua originalità, utilizzando l’iconografia cristiana, soffre la sorte toccata al popolo ebraico. Il progetto espositivo è particolarmente dedicato ai lavori grafici di Chagall e alla sua attività di illustratore editoriale. Saranno presenti, inoltre, una selezione di oggetti rituali, usati nelle cerimonie religiose delle comunità ebraiche e che sono spesso raffigurati nelle opere di Marc Chagall.

© RIPRODUZIONE RISERVATA