Cuoio di Toscana lifestyle nel cuore di Firenze

Cuoio di Toscana, in occasione di Pitti Uomo 103, con sede a Firenze, nella serata dell’11 gennaio, inaugura in uno dei palazzi più belli della città, Palazzo Strozzi, uno spazio tutto dedicato al mondo del cuoio.
 

Cuoio di Toscana, in occasione di Pitti Uomo 103, inaugura, a Palazzo Strozzi, uno spazio tutto dedicato al mondo del cuoio.

Particolare pareti Strozzi bistrot Cuoio di Toscana

 
Cuoio di Toscana dunque porta nel cuore di Firenze la sua creatività e il suo “lifestyle” creando il suo primo Club X LOVERS a Palazzo Strozzi. Il brand diventa partner dello Strozzi bistrot, appena rinnovato, rendendolo un posto elegante ed unico nel suo genere. Come vi starete chiedendo, ebbene grazie al cuoio che rivestirà pareti e tavoli del suddetto spazio. La sorpresa sarà eccezionale in quanto sarete positivamente colpiti dalla duttilità e dalle caratteristiche qualitative e tecniche del cuoio.

 

La storia del marchio conciario Cuoio di Toscana

Il marchio nasce nel 1985 per diffondere la cultura del cuoio da suola dal Consorzio eponimo, che rappresenta sette concerie dei distretti di San Miniato e Santa Croce sull’Arno in provincia di Pisa. Tale Consorzio è il sigillo a garanzia dell’autenticità e dell’eccellenza del cuoio Made Italy e rende il marchio una risorsa unica e 100% naturale. La sola ad essere prodotta con concia vegetale lenta in vasca, basata sull’uso degli estratti naturali, i tannini di castagno, mimosa e quebracho.
 

Cuoio di Toscana, in occasione di Pitti Uomo 103, inaugura, a Palazzo Strozzi, uno spazio tutto dedicato al mondo del cuoio.

Cuoio di Toscana per Strozzi bistrot

 

Cuoio di Toscana per Strozzi bistrot

 
Il locale firmato Cuoio di Toscana, rimarrà aperto anche dopo Pitti uomo. Sarà dedicato alla degustazione di vini e liquori prodotti soprattutto dalle realtà del territorio locale. Il pubblico fiorentino e quello internazionale nella serata inaugurale, potranno lasciarsi trasportare attraverso un percorso che toccherà i 5 sensi. Richiamando l’universo artigianale del Consorzio Conciario, gli ospiti saranno coinvolti in un viaggio olfattivo fatto di note di cuoio e di tannini.
Non mancheranno i profumi e le home fragrance dal carattere ricercato. Un’iniziativa pronta a conquistare il pubblico, testimoniando al tempo stesso il “fil rouge” tra due eccellenze toscane, il mondo wine & food e quello creativo di Cuoio di Toscana.
Ad animare la serata, artisti rinomati. Come lo chef Cristiano Tomei, che guiderà uno showcooking per la preparazione di piatti toscani con ingredienti ispirati al brand toscano.

Tripstillery porterà in scena tutta la sua mixology art per realizzare un amaro unico nel suo genere. Un mix di legni di quebracho, castagno e mimosa delizieranno ogni palato. La co-lab Parfumèide per Cuoio di Toscana coinvolgerà inoltre gli ospiti in altrettanto strabiliante “experience” olfattiva. Ogni invitato avrà anche la possibilità di creare una fragranza personalizzata sulle basi di cuoio-legno, vaniglia, tabacco e molte altre varianti. L’atmosfera conviviale sarà assicurata dalla musica del dj e produttore Marvely, che presenterà l’inedito Sounds of Cuoio di Toscana.

La serata costituirà anche l’occasione per Cuoi di Toscana di rinnovare il suo impegno a fianco delle giovani generazioni di talenti, legandosi al progetto green di Pitti Uomo S/STYLE. Attraverso questa speciale collaborazione, i giovani stilisti hanno potuto utilizzare la speciale capsule di calzature con suola verde, 100% ecosostenibile e manifesto dei green values del Consorzio.