Testo di Elena Gandini

Sport estremi, mai provati? Secondo recenti ricerche praticare uno sport dopo il lavoro aumenta considerevolmente la produttività anche in ufficio, controbilanciando la mole di stress che si accumula tutti i giorni e riattivando la mente con attività sempre nuove e stimolanti.

Già i latini si erano accorti che una buona condizione fisica contribuisce a migliorare anche le performance mentali: il detto “mens sana in corpore sano” deriva proprio da questo.Tra le attività sportive preferite dai lavoratori dopo le lunghe ore dietro alla scrivania, il primo posto è occupato senza dubbio dalla tradizionale palestra, che, grazie alla flessibilità degli orari e alla grande scelta di corsi e discipline, incontra le esigenze di molti.

Ma sono gli sport adrenalici quelli che realmente caricano il focus giusto per impegnare le energie al meglio: ecco cinque sport decisamente alternativi ma super top da provare, magari facendovi aiutare da un ottimo integratore alimentare in chewing gum dall’azione immediata come Mind The Gum.

­

 

1. Slackline

sport estremi
Photo by Tim Mossholder on Unsplash

 

Praticare lo slackline è semplicissimo: serve solo una corda tesa tra due alberi. Lo scopo di questa disciplina è infatti di camminare sopra la fune, mantenendo l’equilibrio. Lo sport, nato nell’Illinois nel 1979, sta cominciando a prendere piede anche in Italia, raccogliendo gruppi sempre più numerosi di appassionati, che oltre al classico parco sfidano le altezze temerarie delle località di montagna o scelgono di sostituire gli alberi con pali della luce e altri oggetti tipici del panorama urbano. Lo slacklining, allenando la propriocezione, ossia la capacità di percepire e riconoscere la posizione del proprio corpo nello spazio, stimola anche le capacità cognitive prima fra tutte la concentrazione.

2. Parkour 

sport estremi
Photo by sergio souza on Unsplash

 

Dal francese ‘’percorso’’, il parkour è una disciplina nata e pensata appositamente per la città: bisogna muoversi rapidamente da un punto all’altro, utilizzando solo il corpo umano per sfidare gli ostacoli che la metropoli presenta, come muri, scale e palazzi. Si tratta di uno sport tanto spericolato quanto completo, perché permette di allenare ogni muscolo del corpo ed è anche perfetto per mantenere la mente sempre attenta e focalizzata sui propri obiettivi. Rientra a buon titolo negli sport estremi, no?

 

3. Bouldering

sport estremi
Photo by Mike Kotsch on Unsplash

 

Nato negli anni settanta come allenamento per le scalate delle vette montane, il bouldering oggi prevede l’arrampicata su massi e si svolge sia outdoor sia indoor attraverso la concatenazione di una serie di movimenti, che vanno da otto a dieci. Per praticare questa disciplina (considerata uno degli sport estremi top), bisogna mantenersi attenti e reattivi per sincronizzare muscoli e cervello. Oltre a ciò la disciplina implica anche buona dose di fantasia, sempre utile ad eliminare lo stress e creare sequenze sempre nuove.

 

4. Zorbing

sport estremi
Ph. Wikipedia

 

Principale strumento di questo curioso sport è lo Zorb, una grande palla trasparente munita di camera d’aria interna. Nella pratica, l’attività consiste nell’utilizzare la sfera di plastica per lanciarsi giù da una collina senza farsi male o sfidare i propri amici in una partita a calcetto fuori dall’ordinario. Il merito di questa divertente intuizione è da attribuire a due neo-zelandesi, Dwane van der Sluis e Andrew Akers, che hanno dato il via questo sport nel 1994. Con lo zorbing dunque lo stress si elimina divertendosi… E rimbalzando!

 

5. Paintball

sport estremi
Photo by Dylan McLeod on Unsplash

 

Il paintball è uno sport che consiste nel conquistare la base della squadra avversaria a colpi di vernice colorata: attraverso dei marker (marcatori), appositi strumenti ad aria compressa che sparano palline di gelatina riempite di vernice, i giocatori sfidano le squadre avversarie in partite che possono svolgersi in boschi o all’interno di fabbricati studiati per garantire la migliore esperienza di gioco. Con questa particolare attività la mente è costantemente stimolata e affina le sue capacità tattiche, studiando le migliori strategie per conseguire la vittoria.